EDITORIALE PRIMA EDIZIONE

La società italiana, negli ultimi decenni, appare totalmente privata di una coscienza critica. Cos'è la coscienza critica? Per chi non lo sapesse -e credo siano in tanti, anzi, in troppi ed è perciò che pongo questa domanda- avere una coscienza critica vuol dire anzitutto avere la capacità di ragionare con la propria testa, senza perciò farsi condizionare da terzi, in rapporto ai vari temi del vivere comune. In secondo luogo, coscienza critica vuol dire saper discernere il bene dal male, sulla base di una propria cultura accertata e solida e da qui maturare una predisposizione di senso ad una qualsiasi reazione (sottolineo qualsiasi).
Gli italiani sembrano diventati incapaci di reagire, in relazione ai fatti sociali, politici, religiosi, economici, ecc. Per chi ancora ricorda gli anni '70 -o ha avuto la fortuna di viverli- sa già che allora vi era nella società una forte coscienza critica; soprattutto nei giovani, con la loro voglia di mettere in discussione un sistema che non garantiva i diritti umani, con la loro voglia di gridare "io esisto", con tutto il corollario di proteste che fungevano da cassa di risonanza dei veri problemi da affrontare e risolvere. Oggi tutto questo è svanito. Gli italiani subiscono angherie di ogni genere e assistono impotenti -meglio dire incoscienti- ad uno status quo che pretende, riuscendoci, di possedere sudditi, anziché persone pensanti. Nasce perciò questo blog che vuole quantomeno tentare di smuovere le acque, per formare una vera coscienza critica in ogni lettore. Solo una raccomandazione: non possedere pregiudizi o preconcetti, poiché quello che verrà pubblicato potrà forse essere scambiato per una strada falsa, mentre invece le falsità risiedono proprio in quelle nostre convinzioni che ci sono state inculcate dopo anni e anni di lavaggio del cervello.
Enjoy the site? All donations are appreciated

Free Text Host is brought to you by Dagon Design
This site contains no adware, spyware, or popups
Questions? Comments?     Privacy Policy     Report abuse here